Bin più bun fa bin bùn

Carmilla respira ogni mattina l’aria della campagna; scendendo verso la città passa in paese e il saluto che riceve di ritorno è necessariamente in dialetto.
Se c’è un detto di cui tenere conto della tradizione piemontese è questo:

bin più bun fa bin bùn. Quasi una formula matematica: a+b fa ab;

alta precisone: bene più buono fa molto buono.

Carmilla ha fatto di questo sapere una regola: lei ci mette il bene, e ha cercato il buono tra i fornitori di verdura, frutta, pane e farine; di ogni ingredienti ha cercato chi potesse dare il meglio per poter avere un piatto molto buono, eccellente, goloso!

Ingredienti freschi, bio sinceri, con fornitori con cui condividere dei valori e un approccio, di relazione vera. A Carmilla interessa chi il lavoro lo fa come lei: con passione, con cura, con orgoglio ed entusiasmo. Carmilla sceglie chi al suo prodotto ci tiene, chi ama fare le cose bene perché lei non sa farle diversamente.

 

L’arte della pasta madre e del forno a legna

Il sorriso di Berta racconta un’altra storia buona, che ha quel profumo capace di risvegliare i ricordi più cari e famigliari: l’inebriante odore del pane appena sfornato. Berta e suo marito ogni mercoledì panificano utilizzando le farine bio del Molino Sobrino, con la pasta madre a lievitazione naturale, e il giovedì infornano le forme nel loro meraviglioso forno a legna, in una casa storica vicino a Bosconero. Quando passo a prendere i pani, ancora caldi, questo profumo mi riporta ad un mondo antico, in cui chi faceva il pane aveva il dono di sostenere le fondamenta della vita.

Carmilla ti porta questo dono ogni venerdì, prenotandolo entro il mercoledì sera: pane bianco di frumento, pane integrale di farro. E puoi gustarlo ogni giorno se ti fermi a pranzare da lei.

Per prenotazioni: 011-4274001.